CartaSi attenzione a questa mail è una truffa che svuota il conto

CartaSi attenzione a questa mail è una truffa che svuota il conto

CartaSi attenzione a questa mail è una truffa che svuota il conto

Una nuova minaccia mette in allerta i possessori di carte di credito CartaSi, a diffondere la notizia gli agenti della Polizia di Stato tramite la pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia

Una nuova minaccia mette in allerta i possessori di carte di credito CartaSi. A diffondere la notizia gli agenti della Polizia di Stato tramite la pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia”, come riportato in un post pubblicato nelle ultime ore: “Anche CartaSi nel mirino di chi fa phishing”, un messaggio accompagnato dallo screenshot di una falsa mail indirizzata ad un utente CartaSi con l’obiettivo di rubare i dati della carta di credito e svuotare il conto in banca

CartaSi attenzione a questa mail è una truffa che svuota il conto

CartaSi attenzione a questa mail è una truffa che svuota il conto

Ecco il testo della falsa comunicazione: “Gentile Cliente, a causa di un aggiornamento siamo costretti a sospendere i pagamenti con carta di credito. Prima di riabilitare la carta di credito abbiamo bisogno di confermare la tua identità compilando una serie di dati già inseriti nel nostro sistema al momento della tua registrazione sul portale CartaSi. Ti ricordiamo che non potrai più effettuare dei pagamenti con carta di credito se questa verifica non viene eseguita entro 48 ore dalla sua ricezione. Per eseguire subito la verifica dei dati clicca qui

Nel caso in cui doveste ricevere questa mail vi invitiamo a cestinare immediatamente il messaggio e a non cliccare sul link poiché si tratta solo di una truffa che ha l’obiettivo di rubare i dati sensibili relativi alla carta di credito per poi sottrarre denaro dai conti delle vittime. Il sistema utilizzato dai truffatori è lo stesso che è stato segnalato qualche giorno fa relativo alla scadenza dell’abbonamento WhatsApp. Anche in quel caso infatti i malviventi invitavano a cliccare un link per attivare costosi servizi in abbonamento sugli smartphone delle vittime

AMCOMPUTERS

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

104total visits,3visits today

Lascia un commento